Chiamaci ora! 00393920606062|info@bestnccroma.com
La maestosità del Colosseo2018-03-19T17:58:06+00:00

L’anfiteatro Flavio: In giro con eleganza

Il ColosseoIl Colosseo, come ti spiegherà Best Ncc Roma noto anche come Anfiteatro Flavio Colosseo, è un anfiteatro ovale al Centro della città di Roma, Italia. Costruito in calcestruzzo e sabbia, è il più grande anfiteatro. Il Colosseo è collocato a est del Foro Romano. La Costruzione ebbe inizio sotto l’imperatore Vespasiano nel 72 dC e fu terminata nell’ 80 d.c. sotto il suo successore ed erede Tito. Altre modifiche sono state apportate durante il regno di Domitian (81-96). I tre imperatori vengono resi noti come la dinastia Flaviana, e l’anfiteatro è stato nominato in latino per la sua associazione con il loro nome di famiglia (Flavius).

Il Colosseo come ti spiegherà Ncc Roma poteva contenere, si stima, tra 50.000 e 80.000 spettatori, avendo un ascolto medio di circa 65.000; è stato utilizzato per combattimenti con gladiatori e spettacoli pubblici come battaglie navali (solo per un breve periodo di tempo, come l’ipogeo fu presto riempita di meccanismi per sostenere le altre attività), la caccia agli animali, esecuzioni, ritorni di scontri famosi, e alcuni drammi circa la mitologia classica. L’edificio cessò di essere utilizzato per l’intrattenimento in epoca medievale. È stato successivamente riutilizzato per scopi come alloggi, laboratori, alloggi per un ordine religioso, una fortezza.

Anche se parzialmente rovinato a causa dei danni causati dai terremoti e dai ladri di pietra, il Colosseo è ancora un simbolo iconico della Roma Imperiale. Si tratta di una delle più popolari attrazioni turistiche di Roma e ha anche collegamenti con la Chiesa cattolica romana, come ogni Venerdì Santo il Papa conduce una “Via Crucis” alla luce delle fiaccole processione che inizia nella zona intorno al Colosseo. Roma la grande bellezza, considerata una delle città più belle al mondo da visitare tutta con Ncc Roma.

Come ti spiegherà ncc roma il Colosseo è anche raffigurato sulla versione italiana della moneta da euro cinque centesimi.

Il nome latino del Colosseo, come ti spiegherà Ncc Roma, era Amphitheatrum Flavium, spesso anglicizzato come Anfiteatro Flavio. L’edificio fu costruito dagli imperatori della dinastia Flaviana, seguendo il regno di Nero. Questo nome è ancora usato in inglese moderno, ma in genere la struttura è meglio conosciuta come il Colosseo. Nell’antichità, i Romani possono aver riferito al Colosseo con il nome non ufficiale Amphitheatrum Caesareum (con Caesareo un aggettivo relativo al titolo Cesare), ma questo nome potrebbe essere stato strettamente poetico poiché non era esclusivo per il Colosseo; Vespasiano e Titus, costruttori del Colosseo, hanno anche costruito un anfiteatro dello stesso nome a Puteoli (moderno Pozzuoli).

Il nome Colosseo, come ti spiegherà Ncc Roma, è da tempo ritenuto essere derivato da una statua colossale di Nero vicino (la statua di Nero è stata nominata dopo il Colosso di Rodi). Questa statua è stata successivamente ristrutturata dai successori di Nero in somiglianza di Helios (Sol) o Apollo, il dio del sole, aggiungendo la corona solare appropriata. Anche la testa di Nero è stata sostituita più volte con le teste degli imperatori successivi. Nonostante i suoi legami pagani, la statua rimase in piedi ben nell’era medievale e fu accreditata con poteri magici. È stato visto come un simbolo iconico della permanenza di Roma.

Nell’8 ° secolo, un famoso epigramma attribuito al Venerabile Bede celebrò il significato simbolico della statua in una profezia variamente citata: Quamdiu stat Colisæus, stat et Roma; Quando cadetto colisso, cadetto e rom; Quando il cadetto Roma, il cadetto e il mundo (“fino a quando il Colosso sta, così Roma, quando il Colosso cade, Roma cadrà, quando Roma cade, cade così il mondo”). Questo è spesso mistranslato per riferirsi al Colosseo piuttosto che al Colosso (come in, ad esempio, il poema di Byron Childe Harold’s Pilgrimage). Tuttavia, al momento in cui il Pseudo-Bede scrisse, il nome maschile coliseo veniva applicato alla statua piuttosto che a quello che ancora era noto come l’anfiteatro flavio.